sayonstage_main

10 cose da non dire mai sul palco

1. Abbiamo problemi tecnici.
Anche se la tua chitarra ha appena preso fuoco. Beh in quel caso sarebbe divertente definirlo un “problema tecnico” (!!). Ma quando le bands timidamente ammettono i problemi ad alta voce al microfono, la situazione diventa particolarmente sfigata e ammazza ogni tipo di esaltazione del momento. I problemi tecnici sono colpa tua. Anche quando non lo sono. E’ il tuo palco. E’ il tuo show. Dovresti conoscere la tua attrezzatura da cima a fondo. Se qualcosa salta, cigola, vibra o fischia dovresti riuscire a capire subito di cosa si tratta ed essere capace di rimediare in 13 secondi, o almeno capire da dove provenga. E’ il tuo lavoro in quanto performer di calamitare l’attenzione sul tuo show dall’inizio alla fine.

2. Ho dimenticato le parole.
La cosa peggiore è quando un cantante canta una strofa tipo “Ho dimenticato come va avanti..lalalalalala”. E’ abbastanza fastidioso. Non fa ridere nessuno. Se non ce la fai a ricordarti i tuoi testi a memoria, portati un foglio sul palco. O inventati le parole sul momento. L’unica cosa peggiore di un testo di merda…è dimenticarsi un testo.

3. Voglio ringraziare la mia fidanzata.
E’ come avere una conversazione uno a uno  con qualcuno del pubblico senza pensare che sei al microfono. Ed è imbarazzante per tutto gli altri tra il pubblico. Lasciala/lo fuori. Ti fa sembrare frustrato. Se lei/lui ha fatto qualcosa di davvero incredibile puoi dire tipo: “Vorremmo ringraziare Sara per aver dato questa canzone nelle mani del produttore XY”. Se la tua fidanzata ha bisogno di essere pubblicamente ringraziata per il suo supporto, allora hai un po’ di problemi da risolvere.

4. Scusate.
Non chiedere mai scusa sul palco. Ti fa sembrare debole. Non mi interessa se hai appena fatto cadere a terra un neonato. Non chiedere scusa. Chiedere scusa per le tue stronzate fa imbarazzare tutti e proveranno pietà per te. Mi capita tutte le volte: “Ho dimenticato il resto della canzone, scusate”… “Scusate se questa canzone fa schifo ma l’abbiamo appena scritta”…” Scusate se c’è poca gente stasera”…”Non l’abbiamo provata molto, potrebbe suonare da schifo”… ecc…
Gestisciti il palco, prendi possesso della platea e del tuo spettacolo…oppure non presentarti proprio.

5. Questa città fa schifo.
Dovresti essere un decerebrato, ma non riesco nemmeno a dirti quante bands in tour prendono in giro la città in cui si trovano – SUL PALCO!!! Potrebbe essere divertente scherzare su tuo tourbus, ma il pubblico è orgoglioso della propria città! Chissenefrega se pensi che faccia schifo. Non dire mai nulla di negativo sulla città mentre sei sul palco a meno chè tu non voglia prenderti una bottigliata dal pubblico.

6. Questa canzone parla di mia nonna morta di tumore. Ti amo nonnina.
Non deprimere il tuo pubblico. Puoi anche suonare una canzone sulla tua nonna morta, ma non è che devi dire a tutti di cosa parla. La gente non paga per venire ai concerti per deprimersi. Vengono per essere felici. Per essere illuminati, per essere ispirati. Se non riesci a comunicare la forza della tua canzone semplicemente suonandola, forse la tua canzone non è così forte…

7. Sono senza soldi
Non farti compatire dal tuo pubblico. Elimina ogni aura di mistero e figaggine. Puoi invece dire “Aiutateci a fare la prossima data del tour comprando una t-shirt”. Questo offre un appiglio emotivo e vi mette in buona luce. Ma dire “Siamo disperati, comprateci una maglietta” ti fa solo perdere pubblico. Far sentire in colpa il tuo pubblico finchè non ti compra qualcosa non ha mai funzionato.

8. Fate schifo.
Anche nel caso in cui il 95 persone su 100 stiamo inveendo contro il tuo set acustico, lanciandoti i bicchieri e vomitando negli angoli, ci sono almeno 5 persone che invece hanno apprezzato. Non insultare mai il tuo pubblico. Ci sarà sempre un orecchio pronto ad ascoltarti – anche se sei solo musica di sottofondo. Potresti anche pensare che nessuno ti stia ascoltando, ma ti sorprenderai da quanti complimenti riceverai e da quanto merchandising venderai una volta che scendi dal palco.

9. Qualche richiesta?
Non capiterà mai che tu suoni la tua scaletta così come l’avevi preparata e non salti su nessuno a urlare di suonargli “Free Bird” come se fosse uno scherzo divertentissimo appena inventato  da lui. Suona la tua scaletta come deve essere. Se uno si è fatto 300 miglia per ascoltare una canzone, si farà sentire da solo, sia che tu lo chieda o meno.

10. Come suona?
E’ come uno schiaffo in faccia al fonico. Non chiedere mai al pubblico come suona. Dovrebbe sempre suonare splendidamente. Se non è così allora o è colpa tua o del fonico. In ogni caso, hai appena fatto incazzare l’unica persona che non è nella tua band e che ha la capacità di peggiorarti ulteriormente il suono, se lo vuole.

LEGGI IL NOSTRO MIGLIOR ARTICOLO
14 motivi per cui devi regalare il tuo disco

APPASSIONATO DI FIGURE DI MERDA?
Ecco un articolo che fa per te:
9 cose che un musicista dovrebbe sapere sul fonico

E ALTRI ARTICOLI SIMILI:
17 cose che i musicisti emergenti non riescono ad imparare
7 errori fatali delle bands in tour
Originale di Ari Herstand su   http://www.digitalmusicnews.com  del 18 marzo 2014
Traduzione a cura di Rossella Pivanti

 




Ci sono 33 commenti

Add yours
  1. Monica

    Non sono tanto d’accordo sulla questione di chiedere scusa e sul fatto di ammettere di avere dei problemi tecnici, non ci vedo proprio nulla di male francamente. Il pubblico è quasi sempre molto comprensivo,anche se sei il Dio in terra della strumentazione penso possa succedere qualche imprevisto, e spiegarlo alle persone non mi pare una cosa da condannare…vedo squisitamente maschile l’esigenza di nascondere e non ammettere i problemi per non far figure di merda e sembrare sempre “i migliori”. Personalmente preferisco un artista che mi dice “scusate, abbiamo un problema, tra poco lo risolviamo” rispetto a uno che tace, non mi dice niente e magari mi gira le spalle per 20 minuti “accucciato” sul pedale della chitarra mentre io son lì come una cretina a guardargli la fessura del c…:-)

  2. Monica

    Non sono tanto d’accordo sulla questione di chiedere scusa e sul fatto di ammettere di avere dei problemi tecnici, non ci vedo proprio nulla di male francamente. Il pubblico è quasi sempre molto comprensivo,anche se sei il Dio in terra della strumentazione penso possa succedere qualche imprevisto, e spiegarlo alle persone non mi pare una cosa da condannare…vedo squisitamente maschile l’esigenza di nascondere e non ammettere i problemi per non far figure di merda e sembrare sempre “i migliori”. Personalmente preferisco un artista che mi dice “scusate, abbiamo un problema, tra poco lo risolviamo” rispetto a uno che tace, non mi dice niente e magari mi gira le spalle per 20 minuti “accucciato” sul pedale della chitarra mentre io son lì come una cretina a guardargli la fessura del c…:-)

  3. fabio

    Ci sono tante verità in questo articolo ma anche un mito da sfatare, i fonici non si prendono la briga di rovinare un mix solo perchè chi sta sul palco è maleducato o quel giorno ha i cavoli suoi. Fare un mix è faticoso e complesso tanto quanto stare in sala prove a provare e riprovare con l’aggravante che il mix lo fai in un centesimo del tempo rispetto al lavoro in sala prove.

  4. fabio

    Ci sono tante verità in questo articolo ma anche un mito da sfatare, i fonici non si prendono la briga di rovinare un mix solo perchè chi sta sul palco è maleducato o quel giorno ha i cavoli suoi. Fare un mix è faticoso e complesso tanto quanto stare in sala prove a provare e riprovare con l’aggravante che il mix lo fai in un centesimo del tempo rispetto al lavoro in sala prove.

  5. 14 modi per rovinarti la carriera musicale | HORIZONS

    […] 8.  COMPORTARTI DI MERDA Se ti presenti in ritardo ai concerti, non provi con la band, non supporti la scena locale, se fai lo stronzo con gli altri membri della band e se non sei gentile con il tuo pubblico, stai veramente facendo passi da gigante verso la morte della tua potenziale carriera. Non è più come una volta: la fama non appartiene più alle bands che si comportano di merda. Vedi di essere professionale. Impara ad esempio le 10 cose da non dire mai sul palco! […]

  6. 14 modi per rovinarti la carriera musicale | HORIZONS

    […] 8.  COMPORTARTI DI MERDA Se ti presenti in ritardo ai concerti, non provi con la band, non supporti la scena locale, se fai lo stronzo con gli altri membri della band e se non sei gentile con il tuo pubblico, stai veramente facendo passi da gigante verso la morte della tua potenziale carriera. Non è più come una volta: la fama non appartiene più alle bands che si comportano di merda. Vedi di essere professionale. Impara ad esempio le 10 cose da non dire mai sul palco! […]


Post a new comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: